Quando si parla della capacità del Rolex di tenere fuori l’acqua, non si può prescindere dal fatto che è stato rosso a vita

Rolex è molto popolare. Qual è il pezzo più popolare di Rolex? È difficile concordare una risposta, ma il Submariner si colloca certamente tra questi. Anche le persone che si preoccupano meno degli orologi ne sono ora consapevoli.

E il nuovo Rolex 2020, che è stato cambiato dal suo piano originale dalla nuova epidemia della corona e ha fatto aspettare quasi sei mesi in più per vederlo, ha effettivamente aggiornato l’intera collezione Submariner. Così, abbiamo la nuova generazione dell’Oyster Perpetual Submariner e l’Oyster Perpetual Submariner Calendar.

La nuova generazione dell’Oyster Perpetual Submariner e dell’Oyster Perpetual Submariner Day-Date introduce un nuovo design con una cassa da 41 mm e una maglia centrale più larga sul cinturino. In linea con l’estetica classica del prototipo, il nuovo modello Submariner Oyster in acciaio ha un quadrante nero con una lunetta in ceramica Cerachrom dello stesso colore. Le nuove versioni del Submariner Calendar sono disponibili in acciaio Oyster con quadrante nero e lunetta verde, in acciaio oro giallo (una combinazione di acciaio Oyster e oro giallo 18ct) con quadrante blu reale e lunetta blu, e in oro bianco 18ct con quadrante nero e lunetta blu. L’Oyster Perpetual Submariner è dotato del calibro 3230, introdotto per la prima volta quest’anno. L’Oyster Perpetual Submariner Calendar è dotato del calibro 3235. Entrambi i movimenti sono dotati dello scappamento Chronergy sviluppato e brevettato da Rolex, che assicura una riserva di carica di circa 70 ore.

In sintesi, il nuovo modello differisce dal vecchio nei seguenti modi: la cassa è stata allargata da 40 mm a 41 mm, anche se le anse sono state ristrette in modo che ci sia un piccolo cambiamento nell’aspetto; il movimento è stato aggiornato ai calibri completamente sviluppati da Rolex 3230 e 3235 (versione calendario), entrambi a carica automatica, con una riserva di carica di 70 ore e certificato di cronometro dalla Grande Complication Chronometer. Inoltre, un piccolo simbolo della corona è stato aggiunto al quadrante a ore 6, un piccolo codice per distinguere rapidamente tra il vecchio e il nuovo modello.

Oyster Perpetual Submariner, 41 mm, acciaio Oyster © Rolex/Alain Costa . Sia il Submariner che il Submariner Calendar sono dotati di display luminoso Chromalight per garantire la leggibilità anche in condizioni di oscurità.

Una cosa, tuttavia, rimane la stessa. Calendario o non-calendario, inter-oro o oro pieno, ogni modello rimane impermeabile fino a 300 metri. Uno sguardo indietro alla storia di Rolex nelle immersioni può aiutarci a capire perché gli orologi subacquei del marchio sono ancora così popolari oggi.

La storia potrebbe anche iniziare nel 1926, l’anno in cui è nato l’orologio Oyster di Rolex. La cassa Oyster era brevettata: una tecnica brevettata che avvitava saldamente la lunetta, il fondello e la corona nella cassa centrale, assicurando un’aderenza perfetta per l’impermeabilità. Hans Wilsdorf, il fondatore del marchio, ha dato la spiegazione esatta del suo nome, come “un orologio può essere immerso per tanto tempo come un’ostrica, senza alcun danno alle sue parti”.

1926 – Con la sua cassa oyster sigillata, l’Oyster è il primo orologio da polso impermeabile al mondo.

L’anno seguente, Mercedes Gleitze, una giovane donna di Brighton, Inghilterra, si prepara ad attraversare a nuoto la Manica. Hans Wilsdorf le chiese di indossare un Rolex Oyster, e la prima donna britannica ad attraversare con successo la Manica fu in grado di provare lei stessa l’eccezionale resistenza all’acqua dell’orologio. Un giornalista del Times dell’epoca ha lasciato una nota nel suo rapporto: “Indossava un piccolo orologio d’oro, …… e l’orologio tiene ancora il tempo come al solito”.

1927 – Mercedes Gleitze, la nuotatrice britannica, è la prima testimonial Rolex

Quando si arrivò agli anni ’40 e ’50, ci fu un interesse globale per i depositi subacquei e più persone cercarono orologi resistenti all’acqua. Nel 1953, Rolex lanciò il Submariner. Questo orologio aveva una lunetta girevole con cerchi graduati che permetteva ai subacquei di tenere traccia del tempo sott’acqua e aiutava a calcolare la quantità di gas respiratorio immagazzinato. La nuova corona di carica a vite con due zone di tenuta e un sistema di chiusura a doppia fibbia ha migliorato la sicurezza della cassa Oyster.

Il Submariner è il primo orologio subacqueo ad essere impermeabile fino ad una profondità di 100 metri (330 piedi), simboleggiando un passo importante nella storia di Rolex e delle immersioni in acque profonde.

Il primo Submariner era impermeabile fino a 100 metri, e solo un anno dopo Rolex aumentò la sua impermeabilità fino a 200 metri con innovazioni come un materiale luminescente sul piccolo cerchio alla fine della lancetta delle ore, rendendolo più facile da distinguere dalla lancetta dei minuti, e l’aggiunta di una corona a scudo.

Nel 1969, Rolex aggiunse una funzione di calendario al Submariner, introducendo il Submariner Date, e nel 1970, Rolex rivoluzionò ulteriormente la sua produzione aggiungendo una terza zona sigillata, dando origine alla corona di carica con chiusura a tre pulsanti. Nel 1979, le prestazioni del Submariner senza calendario furono ulteriormente migliorate per mantenere lo standard di impermeabilità di 300 metri fino ad oggi, e nel 1989, lo stesso livello di impermeabilità fu raggiunto per il Submariner Calendar. Oggi, il Submariner non è più confinato al mare. Grazie alla loro affidabilità ed eleganza, si sono evoluti nel tempo da orologi professionali per strumenti a orologi classici per la terra e l’acqua.

Fin dagli anni ’50, Rolex collabora con i pionieri nel campo dell’immersione, e nel 1971 ha stretto una partnership con COMEX (Compagnie Maritime d’Expertises). Questa società francese di ingegneria navale con sede a Marsiglia equipaggia i suoi subacquei con orologi Rolex e riferisce regolarmente sulle loro prestazioni in modo che Rolex possa migliorare ulteriormente l’affidabilità e la funzionalità dei suoi orologi.

Durante la sua collaborazione con COMEX, Rolex ha partecipato a diverse spedizioni di record mondiali, che sono state oggetto di campagne pubblicitarie Rolex nel 1972 e nel 1988.

Infatti, è impossibile capire la competenza di Rolex nel campo degli orologi subacquei senza menzionare il Rolex Deepsea. Il Rolex Deep Sea Special è stato lanciato nella Fossa delle Marianne nel 1960 con la RMS Trieste e ha resistito alla pressione di quasi 11.000 metri d’acqua; nel 2012, un altro orologio Rolex Deepsea Challenge è stato fissato al famoso esploratore e regista James Cameron. il regista James Cameron sul braccio di un sottomarino, sempre nella Fossa delle Marianne, impermeabile fino a 12.000 metri ……

1960 – Rolex collabora a una spedizione guidata dall’oceanografo svizzero Jacques Piccard e dal tenente della marina americana Don Walsh. Hanno navigato con il sottomarino Trieste nella Fossa delle Marianne, dove il Rolex Experimental Deepsea Special Edition è stato legato allo scafo e ha resistito con successo all’enorme pressione dell’acqua di quasi 11.000 metri (36.100 piedi).

Il Rolex Experimental Deepsea era attaccato al braccio meccanico del sottomarino Deepsea Challenger.

Ancora oggi, gli esperimenti sul campo di Rolex con i pionieri dell’immersione continuano. Anche se l’impermeabilità del moderno Submariner è limitata a 300 metri dalle impostazioni di fabbrica ed è perfettamente adeguata per il 99,9% degli utenti di orologi, non bisogna dimenticare che il Submariner è un orologio creato da Rolex per soddisfare le esigenze dei subacquei sul campo.

Lascia un commento